Prendimi per mano di Sarina Bowen. Recensione.

Prendimi per mano di Sarina Bowen. Recensione.

Trama.

Corey Callahan non avrebbe mai immaginato di iniziare il college inchiodata su di una sedia a rotelle. È bastato un attimo, un maledetto attimo, per infrangere i sogni di una vita e rovinare una promettente carriera sportiva. Corey è convinta che nessuno al mondo possa capire come si senta… Almeno finché non incontra Hartley, il ragazzo che abita nell’appartamento di fronte al suo. Hartley è bello, affascinante e gentile. E ha smesso di giocare a hockey a causa di una frattura alla gamba che lo costringe a trascorrere i pomeriggi sul divano. L’amicizia tra Corey e Hartley è immediata, una scintilla che illumina i loro cuori. E così, tra stampelle, confidenze e risate a tarda notte, Corey inizia a sentirsi di nuovo se stessa. Di nuovo felice. Come se la vita avesse ricominciato a sorriderle, ora che Hartley è lì insieme a lei. Ma c’è un piccolo problema: lui è fidanzato, con una ragazza assolutamente perfetta. E Corey non vuole compiere un passo sbagliato. Perché questa volta inciampare significherebbe cadere, e non rialzarsi più.

 

Questo libro si è guadagnato un posto nella classifica dei miei romanzi preferiti. La storia è narrata da due punti di vista, ovvero quello di Corey e di Hartley, anche  la voce della ragazza è  predominante.

La protagonista è un personaggio meraviglioso, il cui ottimismo, la cui forza e anche il senso dell’umorismo sgorgano dalle pagine.  Nonostante i suoi problemi, nonostante il crollo di tutti i suoi progetti sportivi e di vita, Corey non si piange addosso e tenta sempre di mostrarsi positiva, di rendere più leggera la sua situazione. Durante la lettura avevo la sensazione di leggere la storia di uno dei personaggi più simpatici da me incontrati tra le pagine di un libro. Credo che nessuno possa resistere ad una ragazza dal simile carattere, un concentrato di forza di volontà, ironia e voglia di superare qualsiasi ostacolo.

Ma nonostante questo Corey ha molte insicurezze e molti timori. Deve accettare una nuova se stessa, l’uso di cateteri, il rischio di infezioni, fisioterapie estenuanti. In un certo senso è consapevole di avere davanti una vita totalmente diversa da quella che una sportiva come lei si aspettava. La fidanzata acida e a tratti crudele di Hartley, con i suoi soldi, la sua bellezza fisica perfetta, mette a dura prova la sua autostima, anche se , come ho già accennato. la nostra protagonista non si piange mai addosso e affronta la vita con coraggio.  Non ha paura di definire le cose con i loro nomi ed è vera. L’opposto di Stacia, la compagna di Hartley.

Il ragazzo mi ha lasciato inizialmente un pizzico stupita. Si tratta di un  giovane maturo, pieno di attenzioni e delicatezza per Corey.  Un ragazzo così profondo però sembrava anche molto attaccato a frivolezze come la bella ragazza ricca, difficile da conquistare, anche se dai modi piuttosto discutibili. Sembrava di avere davanti due Hartley,  non solo quello dolce e sensibile ma anche quello preso da un mondo di apparenza vuota. In ogni caso sarà bello scoprire il motivo di tale sdoppiamento ( una motivazione piuttosto profonda, che preferisco non svelare per non dare spoiler), e notare come il ragazzo comprenda  di essere innamorato della nostra Corey.

Ho particolarmente apprezzato anche Dana, la compagna di stanza di Corey. Una ragazza dolce, gentile, sulla quale la nostra protagonista potrà sempre contare. Il loro rapporto di amicizia mi ha davvero conquistata.

Sono d’accordo con il preside: da un personaggio come Corey abbiamo tutti molto da imparare. Un romanzo dolce, profondo che riesce a strappare anche un sorriso tra le lacrime.

 

Precedente La serie The Dark Elements di Jennifer L. Armentrout. Volumi e ordine di lettura. Successivo Redemption series di Lauren Layne. Volumi e ordine di lettura.

2 thoughts on “Prendimi per mano di Sarina Bowen. Recensione.

  1. Bellissimo libro. Lo ricordo con piacere nonostante l’ho letto tempo fa. Rientra anche nei miei di libri preferiti.
    Adoro la storia, adoro lei principalmente e mi piace anche che alla fine non succede un miracolo ma che resta tutto com’è perchè così è la vita. Da Corey abbiamo assolutamente tutti da imparare e insieme a Hartley li trovo dolcissimi

    • silviatralerighe il said:

      Purtroppo con le sue lesioni il miracolo non era possibile. Le hanno comunque trovato delle protesi che miglioravano il suo movimento. Una storia bellissima davvero. Si è vero, sono una coppia decisamente dolce e soprattutto mi è piaciuta l’evoluzione del loro rapporto.

Lascia un commento

*