Sei arrivato tu di Susy Tomasiello. Recensione.

 

Sei arrivato tu di Susy Tomasiello. Recensione.

 

Per prima cosa voglio ringraziare Susy per avermi inviato una copia del suo romanzo, che vi ho presentato in questo post (QUI). La trama quindi la troverete seguendo il link.

Amo lo stile semplice di Susy e il fatto che sappia narrare così bene la quotidianità. La storia è ambientata nella sua Napoli e il primo incontro tra i due protagonisti è stato un inno davvero alla quotidianità. Qualsiasi ragazza potrebbe incontrare così un giovanotto destinato a diventare il suo grande amore. Ho apprezzato anche l’amicizia tra Ilaria e Diana. E mi piacerebbe se Susy ipotizzasse un secondo romanzo legato alla migliore amica della nostra protagonista e a Mimmo. Cosa ne pensi, cara Susy? Potrebbe venire fuori qualcosa di davvero interessante.

Devo dire che il personaggio di Andrea mi ha ricordato piacevolmente Daniel de Il diario di Bridget Jones, ovvero il classico capo bastardo che la protagonista venera con amore ma che poi non esita a darle una fregatura. Ne ho parlato con Susy, mentre leggevo il romanzo, e la nostra autrice mi ha detto che in effetti Andrea ha parecchio in comune con Daniel ma che ciò è stato casuale. Simone invece a me è sembrato il ragazzo perfetto che ogni donna vorrebbe incontrare: premuroso, deciso, dolce, intelligente, protettivo, simpatico e bello. Praticamente batte Andrea sotto ogni punto di vista. Il personaggio di Ilaria mi è piaciuto un po’ meno rispetto a quello del protagonista maschile. Inizialmente infatti la sua sudditanza nei confronti di Andrea, mi irritava leggermente. Però poi l’autrice è stata in grado di farla riscattare agli occhi dei lettori e ci ha mostrato una lavoratrice e una persona onesta, capace di affrontare le conseguenze della propria onestà. I suoi valori morali l’hanno premiata. Ho amato molto i riferimenti a Tempesta d’amore, che è stata la soap opera che mi ha fatto incontrare Susy molti anni fa, ormai. E ho apprezzato anche i riferimenti a Terracina, una città che porto nel cuore e che amo narrare anche io nelle storie che scrivo. Insomma ancora una volta mi trovo ad ammirare lo stile semplice di Susy e le storie ricche di quotidianità che narra. Soprattutto ho apprezzato gli omaggi alla Pausini, che sono posti all’inizio di ogni capitolo. L’amore per Laura e un’altra cosa che abbiamo in comune io e l’autrice.

Voto.

4/6

Precedente Forever di Amy Engel. The Ivy Series 1. Recensione. Successivo Star Wars . Il primo incontro di Rey con Kylo Ren.

2 commenti su “Sei arrivato tu di Susy Tomasiello. Recensione.

  1. Ma grazie per questa bella recensione!
    Sono felice di averti convinta. Si sapevo che avresti apprezzato Tempesta e la Pausini già prima che leggessi il libro e ne sono molto contenta perchè sono tra le tante cose che abbiamo in comune ^_^

Lascia un commento

*